Il 23 novembre entrerà in vigore il Runts-Registro Unico Nazionale del Terzo Settore: si tratta di una autentica novità anche per le associazioni sportive del territorio e un impulso importante per la ripresa. Allo scopo di fornire un servizio informativo permanente, all’inizio di novembre ha preso il via il progetto “Sport Point” attraverso l’avvio sul territorio di specifici sportelli, grazie all’implementazione della rete esistente e riconosciuta di CAF e Patronato Acli, che si integrerà con i punti di consulenza Uisp, con la rete degli sportelli già operativi di Csi, Pgs, Csain e si avvarrà del supporto strategico di Sport e Salute spa.

Il progetto “Sport Point” verrà presentato in un webinar pubblico che si terrà martedi 23 novembre dalle 17.30 alle 19.00 e verrà trasmesso sulle pagine nazionali Facebook e sui canali YouTube di Csain, Csi, Pgs, Uisp, UsAcli. Insieme ai presidenti nazionali dei cinque Enti di promozione protagonisti del progetto, parteciperanno Vito Cozzoli, presidente Sport e Salute spa e Gabriele Sepio, fiscalista ed esperto in legislazione del terzo settore.

L’obiettivo del progetto, finanziato da Sport e Salute spa, è quello di diffondere una nuova coscienza collettiva sulle opportunità dello sport: attraverso gli sportelli “Sport Point” diffusi sul territorio, verranno erogati servizi in ambito giuridico, fiscale, giuslavoristico, professionale e divulgativo.

Sarà inoltre costituito un tavolo di lavoro tecnico trasversale composto da esperti interni ed esterni agli Enti di Promozione sportiva promotori, per approfondire le misure contingenti e i vari aspetti delle riforme in atto nel sistema sportivo e nel terzo settore, i decreti attuativi e le conseguenti ricadute in termini di adempimenti e opportunità riguardanti l’associazionismo e i lavoratori sportivi. La sinergia tra studi professionali, centri di assistenza fiscale, esperti associativi, consentirà di strutturare un percorso di vero e proprio affiancamento giuridico-fiscale al servizio così da assicurare una consulenza accessibile, chiara ed efficace. Saranno attivati inoltre momenti formativi e sportelli virtuali nell’ambito dei quali verranno garantite attività di informazione, aggiornamento, formazione e consulenza.

Lo scorso 19 marzo, il Governo ha approvato il decreto legge Sostegni in cui sono contenute le misure che prevedono il finanziamento di 350 milioni destinato alla Soc. Sport e Salute per l’erogazione delle indennità sostitutive per i collaboratori sportivi. 

Nella circostanza, si rappresenta che il diritto alla corresponsione alle indennità sopraindicate, spetterà esclusivamente agli operatori sportivi non percettori di reddito (così come dai precedenti DPCM in materia) e titolari di un rapporto di collaborazione con Associazione/Società Sportiva Dilettantistica, FSN, DSA o Ente di Promozione Sportiva, con lettera di incarico in corso.

Il decreto  prevede lo schema di erogazione sulla base di tre fasce di reddito percepito nel 2019 dal titolare del contratto di collaborazione:

  • Per un compenso oltre i 10.000 € annui, un’indennità di € 3.600;
  • Per un compenso tra i 4.000 e i 10.000 € annui, un’indennità di € 2.400;
  • Per un compenso inferiore ai 4.000 € annui, un’indennità di € 1.200.

Come nelle precedenti esperienze, le richieste dovranno essere presentate mediante l’apposito link pubblicato sul sito istituzionale della Soc. Sport e Salute S.p.a.

Restiamo a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Sport e Salute ha proceduto alle operazioni di pagamento dell'indennità di giugno 2020 per i Collaboratori Sportivi.

Contatti

  • Via Ernesto Monaci 21, 00161, Roma
  • +39 064462179 / Fax: +39 06491310

Le Polisportive giovanili Salesiane è un Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, è un Ente Nazionale con Finalità Assistenziali ed un Ente di Promozione Sociale.




Scrivici

Top