Il Consiglio dei ministri ha approvato il Decreto Ristori, un provvedimento che prevede tra l’altro misure economiche a sostegno dei soggetti del mondo dello sport colpiti dalle restrizioni dell’ultimo DPCM del 24 ottobre scorso.

Il Decreto Ristori prevede infatti un bonus da 800 euro per lavoratori sportivi ed un Fondo da 50 milioni di euro per sostenere le asd/ssd.

L'indennità è rivolta ai lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il Comitato Olimpico Nazionale (CONI), il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le società e associazioni sportive dilettantistiche, che - in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 - hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività.

Il bonus non concorre alla formazione del reddito e non è riconosciuto ai percettori di altro reddito da lavoro, del reddito di cittadinanza e del reddito di emergenza.
Per coloro che hanno già beneficiato del bonus nei mesi di marzo, aprile, maggio o giugno, l’indennità di 800 euro verrà erogata dalla società Sport e Salute Spa senza necessità di ulteriore domanda o accertamenti, anche per il mese di novembre 2020.
Ai fini dell’erogazione automatica dell’indennità, si considerano cessati a causa dell’emergenza epidemiologica anche tutti i rapporti di collaborazione scaduti alla data del 31 maggio 2020 e non rinnovati.

Per far fronte alla crisi economica conseguente alle restrizioni per contenere l’emergenza epidemiologica, è stato inoltre istituito il Fondo per il sostegno delle associazioni e società sportive dilettantistiche.
Al Fondo - gestito dal Dipartimento per lo Sport - sono assegnati 50 milioni di euro per l’anno 2020, risorse che saranno utilizzate per l’adozione di misure di sostegno e ripresa delle associazioni e società sportive dilettantistiche che hanno cessato o ridotto la propria attività istituzionale a seguito dei provvedimenti statali di sospensione delle attività sportive.

Segui tutti gli aggiornamenti relative all’accesso alle misure del Decreto Ristori sul sito web dedicato.

Oggi, in data 26/10/2020, la Giunta Nazionale delle Polisportive Giovanili Salesiane, ha indetto una riunione d’urgenza da remoto per discutere le disposizioni in materia di sport previste dal DPCM del 25.10.2020.
All’unanimità si è deliberato sulla sospensione o posticipazione delle manifestazioni nazionali Don Bosco Cup, Lencup e Master League.
Il tutto fatte salve diverse e successive disposizioni delle Autorità Governative Nazionali e Regionali.
Clicca qui per scaricare la circolare

E’ stato firmato il DPCM 24 ottobre 2020 contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica e che saranno efficaci fino al 24 novembre 2020.
 Clicca qui per scaricare il DPCM del 25 Ottobre 2020.

Riportiamo qui di seguito, in sintesi, le misure previste per l'ambito sportivo:

  • d) è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti;
  • e) sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportivale sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera sono consentite a porte chiuse,nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva;
  • f) sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; ferma restando la sospensione delle attività di piscine e palestre, l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall'Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni e dalle Province autonome, ai sensi dell'articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020; sono consentite le attività dei centri di riabilitazione, nonché quelle dei centri di addestramento e delle strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell’efficienza operativa in uso al Comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico, che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti;


  • g) fatto salvo quanto previsto alla lettera e) in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale.



A breve PGS provvederà a comunicare, ai propri comitati ed alle proprie associazioni e società affiliate, ogni utile informazione in merito alla prosecuzione delle proprie attività.

Nel frattempo sono state pubblicate sul sito del Dipartimento per lo Sport le FAQ contenenti le risposte alle domande più frequenti in merito all’applicazione dell’emanato DPCM.

Il progetto PGS Lab - Osservatorio Giovanile sullo Sport è una delle tante iniziative pensate e realizzate dalle Polisportive Giovanili Salesiane. Un progetto innovativo, per “osservare” con uno sguardo nuovo il mondo dello sport.
L’osservatorio giovanile coinvolge giovani dirigenti, dai 18 ai 35 anni, provenienti dai vari comitati territoriali PGS d’Italia. Un team giovane con a cuore lo sport educativo. Il percorso nasce con obiettivi ambiziosi, alcuni già realizzati, fin dai primi incontri, altri ancora da concretizzare nei prossimi appuntamenti. PGS guarda al futuro associativo attraverso giovani capaci di contribuire al suo rinnovamento.

Lungo questo percorso - iniziato nell’ottobre 2018 -, i giovani hanno svolto diversi incontri, guidati dall’Avv. Ciro Bisogno, Presidente Nazionale dell’Associazione, dal dott. Miguel Belletti, da Ruggiero Russo, e da sr Francesca Barbanera.
PGS Lab è diventata una “scuola” di pensiero critico, tenendo sempre in mente finalità, mezzi e risorse, così come ha insegnato don Gino Borgogno.

Un osservatorio, che da un semplice gruppo, è divenuto una famiglia. A causa della pandemia gli ultimi incontri si sono stati svolti a distanza, in quest’occasione si è scelto di lasciare un segno, una eredità per l’associazione, attraverso un libro che racconterà l’esperienza dell’Osservatorio. I formatori, di intesa con la Presidenza Nazionale, hanno sviluppato quattro aree di intervento: sportiva, sociale, religiosa e politica/istituzionale.

Abbiamo incontrato quindi il Presidente del CONI Giovanni Malagò e l’attuale CT della Nazionale U18 di calcio Bernardo Corradi, per avere un punto di vista sul futuro dello sport in Italia e nel mondo; in un incontro successivo abbiamo fatto visita a Luca Pancalli, Presidente del Comitato Paralimpico Italiano per riflettere su cosa significhi fare inclusione attraverso lo sport; è stato poi il turno del mondo della Politica ai suoi vari livelli mediante l’incontro dell’ex Sottosegretario di Stato con delega allo sport On.le Simone Valente, il Presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini e l’Assessore allo sport del Comune di Rimini Gianluca Brasini, con i quali ci siamo confrontati sui temi “Gli enti locali come luogo centrale di politiche sportive per tutti” e “Le politiche a favore dello sport come strumento educativo e di cittadinanza”. Per ultimo, in ordine di tempo, abbiamo dato vita all’incontro con il Direttore dell'Ufficio Nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI, Don Gionatan De Marco sul tema: “ricostruire la comunità post covid attraverso lo sport: l'oratorio come luogo per ri-conoscersi e ri-trovarsi attraverso il gioco e la pratica sportiva”

L’esperienza proseguirà con altri appuntamenti e terminerà con un ciclo di incontri presso la Scuola dello Sport del CONI ove i giovani si confronteranno con tematiche di carattere gestionale ed amministrativo fondamentali per la formazione di un giovane dirigente.

Nuove risorse e nuova linfa per costruire le PGS di oggi e di domani!

L’anno sportivo che, tra mille difficoltà derivanti dall’emergenza covid-19, ha da poco avuto inizio, sarà scandito da appuntamenti fondamentali per la nostra Associazione.

Contatti

  • Via Ernesto Monaci 21, 00161, Roma
  • +39 064462179 / Fax: +39 06491310

Le Polisportive giovanili Salesiane è un Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, è un Ente Nazionale con Finalità Assistenziali ed un Ente di Promozione Sociale.




Scrivici

Top