Importanza sociale, educativa e spirituale dello sport: le PGS al summit internazionale in Vaticano

  • DATA PUBBLICAZIONE 27/09/2022

Il 29 e 30 settembre 2022 in Vaticano si terrà il Summit Internazionale “Sport for all – cohesive, accessible and tailored to each person”, promosso dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, in collaborazione con il Dicastero per la Cultura e l’Educazione e la Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport. Il Summit coinvolgerà le maggiori istituzioni ed organizzazioni sportive e intergovernative. Saranno presenti anche le Polisportive Giovanili Salesiane, pronte a rispondere all’appello di Papa Francesco.

Il summit ha come obiettivo quello di dare una risposta ai richiami del Santo Padre sulla responsabilità sociale dello sport e sull'importanza della pratica sportiva come mezzo di crescita umana, educativa e spirituale, valori che le PGS sposano sin dalla loro fondazione.

Durante l’evento del 29 e 30 settembre sarà presentata una Dichiarazione che invita il mondo dello sport a guardare al futuro facendo proprie tre caratteristiche fondamentali: coesione, accessibilità ed essere a misura di ogni persona. La prima per evidenziare la necessità di ridurre il gap tra sport di base e sport professionistico, nella convinzione che l’unità dello sport è un valore da salvaguardare e coltivare. La seconda per garantire a tutte le persone il diritto alla pratica sportiva, indipendentemente dalle loro condizioni sociali (povertà, condizioni di migrazione e stato di rifugiati, marginalità, guerre, detenzione carceraria, ecc..). La terza per massimizzare la possibilità per tutte le persone di poter praticare lo sport, anche in presenza di disabilità fisiche, mentali o disagi psicologici.

“Siamo onorati di prendere parte a questo appuntamento davvero speciale che coinvolgerà le maggiori istituzioni ed organizzazioni sportive e intergovernative – commenta il Presidente delle PGS, Ciro Bisogno - Come Polisportive Giovanili Salesiane non potevamo non raccogliere l’appello di Papa Francesco che richiama all’importanza sociale, educativa e spirituale dello sport. Sono dimensioni su cui la nostra associazione è impegnata quotidianamente nel promuovere la sua proposta sportiva e formativa che, sin dalle sue origini, è sempre stata considerata uno strumento per la crescita integrale dei giovani.

Il titolo del Summit richiamerà l’attenzione su tre prerogative fondamentali dello sport per tutti: la coesione, l’accessibilità e l’essere a misura di ogni persona. Prerogative che devono suonare da monito per tutti coloro che nello sport ricoprono un ruolo di responsabilità ed orientare la loro vision presente e futura. In un periodo in cui l’emergenza sociale rappresenta un tema delicato per le nostre autorità governative, lo sport può costituire un luogo di accoglienza e di dialogo che ridona speranza e forza di cambiamento. Onorati di sottoscrivere anche noi, alla presenza del Santo Padre, la Dichiarazione di impegno a

promuovere sempre di più nelle PGS la dimensione sociale e inclusiva dello sport”.

Il Summit prevede la partecipazione su invito di circa 200 persone del mondo dello sport (atleti, allenatori, dirigenti), di Federazioni Sportive Internazionali e di Associazioni sportive a livello amatoriale. Saranno presenti anche rappresentanti delle diverse confessioni cristiane e di altre religioni, enti non profit e di istituzioni educative di tutto il mondo che lavorano a favore dell’inclusione nella società attraverso lo sport.

A conclusione del Summit, alla presenza di Papa Francesco, i partecipanti saranno invitati a sottoscrivere la Dichiarazione con l’impegno di promuovere sempre di più nelle proprie istituzioni e organizzazioni sportive la dimensione sociale e inclusiva dello sport. L’invito sarà poi esteso a tutte le realtà del mondo dello sport - a partire da quelle che si ispirano alla visione cristiana della persona e dello sport stesso – attraverso una sottoscrizione online.
Un tema fondamentale affrontato più volte. Nel 2018 “Dare il meglio di sé, il documento del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita sulla prospettiva cristiana dello sport e della persona umana, si rivolgeva a a fedeli cattolici, atleti, insegnanti, allenatori e genitori. In occasione della pubblicazione, Papa Francesco aveva ribadito che “lo sport è un luogo di incontro dove persone di ogni livello e condizione sociale si uniscono per ottenere un risultato comune”.



SCARICA IL PROGRAMMA

Contatti

  • Via Ernesto Monaci 21, 00161, Roma
  • +39 064462179 / Fax: +39 06491310

Le Polisportive giovanili Salesiane è un Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, è un Ente Nazionale con Finalità Assistenziali ed un Ente di Promozione Sociale.




Scrivici

Top