Iscriviti alla newsletter

Ricerca nel sito

Raccolta fondi per l’Opera Salesiana di Damasco – PGS FOR SYRIA

PGS FOR SYRIA

In occasione dell’ultima edizione dei Giochi Internazionali, abbiamo avuto la fortuna di incontrare a Cracovia gli atleti siriani della comunità salesiana Don Bosco di Damasco.

Don Mounir Hanachi è il Direttore della comunità ed insieme ad altri confratelli e tanti collaboratori tra animatori ed allenatori portano avanti, con grande coraggio e fede, la propria missione in una terra che da 8 anni è martirizzata dalla guerra.

“Quante volte abbiamo dovuto sospendere le attività a causa della guerra nella capitale e dei tanti missili che vengono lanciati dai terroristi” ci dice Don Mounir. Attraverso lo sport e tante attività circa 1300 giovani di ogni confessione religiosa provano a vivere in oratorio momenti di vita normale ed a sperare che un giorno il rumore delle bombe non copra più le urla della loro gioia.

Avevamo fatto una promessa a don Mounir ed ai suoi ragazzi ed abbiamo il dovere di mantenerla.

Tutto il mondo PGS vuole mobilitarsi in una grande gara di solidarietà attraverso la generosità delle associazioni sportive, dei dirigenti, degli atleti, dei tecnici e di tutti i suoi comitati.

Aiutiamo la comunità salesiana Don Bosco di Damasco a continuare ad accendere la speranza negli occhi dei suoi giovani.

Anche con un piccolo gesto si potranno realizzare grandi opere.

Non abbiamo il potere di fermare le bombe ma abbiamo la forza di non spegnere i loro sorrisi.

È semplicemente un nostro dovere di sportivi!

Buon giorno carissimi amici,
Io sono don Mounir Hanachi direttore dei salesiani Don Bosco a Damasco in Siria.
Vi scrivo dalla Siria Damasco dove mi trovo da più di 4 anni, ed è un regalo che Il Signore mi ha concesso di mandarmi in Siria in questi anni di guerra e di morte per essere vicino a questo mio popolo martoriato.
In comunità salesiana siamo quattro, il sottoscritto e poi don Giorgio Fattal, don Felice Cantele, don Pedro Garcia Perez. Con noi nella missione salesiana un gruppo di 17 salesiani cooperatori e una cinquantina di collaboratori tra catechisti e responsabili di gruppi e allenatori e animatori.
Da 8 anni la guerra in Siria, una guerra che è scoppiata in Marzo 2011, dove si combatte contro il terrorismo, che sono riusciti ad occupare dei territori in Siria, piano piano sta riuscendo l’esercito siriano di riprendere dei quartieri dalle mani dei ribelli e terroristi, qui si vede la forza dei siriani e la loro unità attorno al governo siriano e la fiduccia nell’esercitò nazionale siriano che contiene tanti dei nostri giovani e genitori e parenti ha dato si che la Siria vada avanti, con non poca difficoltà su tutti i sensi.
Per noi salesiani di Don Bosco la nostra presenza in Siria risale dall’anno 1948, nostro campo è nell’educazione e mettere insieme le virtù umane e cristiane nel popolo siriano, attraverso tante attività religiose e culturali.
A Damasco dove ci troviamo abbiamo più di 1300 ragazzi e giovani tutti cristiani e di tutti i confessioni, vengono da noi nei pullman che li affittiamo e li mettiamo alla loro disposizione per portali all’oratorio perché appunto non possiamo mettere in rischio la loro vita venendo da soli all’oratorio. Vengono nei nostri ambienti per trovarsi per vivere qualche ora da normali in tempi non normali in cui vivono. Vengono per stare bene in un ambiente sano e accogliente dove hanno luce e acqua e rete internet che tante volte a casa mancano, e dove vivono tante attività (catechismo, arte, danza, decorazione, sport, gruppi, associazioni, messa domenicale, corsi di formazione, aiuto economico mensile a più di 85 famiglie dei nostri ragazzi, ecc..).
Nell’oratorio imparano l’arte della vita cristiana nonostante le difficoltà, che da tanti anni si vive nella guerra nella morte che circondano la vita dei siriani, quante volte abbiamo dovuto noi salesiani di sospendere le attività a causa della guerra nella capitale e i tanti missili che vengono lanciati dai terroristi che sono nella periferia dintorni Damasco, in tutto questo c’è la presenza di Dio e il suo amore misericordioso, e qui anche la nostra missione di essere vicini ai nostri destinatari, di dire le stesse parole di Gesù NON AVERE PAURA IO SONO CON TE.
Vi ringraziamo cari amici per tutto quello che farete per noi e per i nostri ragazzi e giovani. Chiediamo a tutti voi la benedizione di Dio attraverso il suo figlio unico nostro Signore Gesù Cristo morto e risorto, che con la sua risurrezione doni ai nostri cuori e alle nostre famiglie la sua pace, una pace che scorga dal suo cuore squarciato per amore all’umanità, preghiamo fratelli e sorelle per la pace in Siria, per i nostri fratelli nella fede che soffrono da 8 anni il peso della guerra sperando per loro un giorno di vivere in pace, lo chiediamo per intercessione di Maria nostra madre e ausiliatrice che ci copre e difende sotto il suo mantello.
 
Con affetto
                    Don Mounir Hanachi
Direttore della Comunità Don Bosco Damasco